AIUTALI A USCIRNE. A Marzo vieni in piazza e scegli l’Uovo LAV

“Aiutali a uscirnbannere”: con questo slogan sabato 5, domenica 6, e sabato 12, domenica 13 marzo, la LAV scende in piazza con una petizione nazionale per chiedere la fine dei test delle sostanze di abuso, come fumo, alcol e droghe, condotti sugli animali.

Nonostante gli effetti dannosi di fumo, droghe e alcol sulla specie umana siano noti da decenni, infatti, in Italia queste sostanze d’abuso vengono ancora testate su topi e ratti, quasi sempre senza anestesia.
Chiediamo il divieto definitivo di questi test crudeli e scientificamente infondati, anche nel rispetto del Decreto legislativo n°26/2014 che prevede dal 1° gennaio 2017 il bando all’uso di animali per effettuare i test sulle sostanze d’abuso.

Ci troverete ad Alessandria, in corso Roma:

  • sabato 5 marzo dalle 10 alle 18.30 (di fronte alla chiesetta)
  • domenica 6 marzo dalle 10 alle 18.30 (di fronte alla chiesetta)
  • sabato 12 marzo dalle 10 alle 18.30 (di fronte alla chiesetta)
  • domenica 13 marzo dalle 10 alle 18.30 (sotto i portici)

Come sempre, a fronte di un contributo minimo di 12 euro, ricevete l’uovo di Pasqua di cioccolato fondente proveniente dal commercio equo-solidale, con sorpresa animalista

Annunci

Aperitivo di beneficienza “Alè veg” presso Inn Ale Cafè in Alessandria, via Dante 45, alle ore 18,30.

apritivo_lav_fb

Con 10€ sarà possibile godere uno strepitoso buffet vegan, ed il ricavato sarà interamente devoluto al Canile-Gattile sanitario di Alessandria e all’Oasi della pace La belle verte, rifugio per animali di Carpeneto (AL).

Lo scopo di LAV Alessandria è quello di aiutare due strutture dall’operato lodevole (una per gli animali da affezione, e una a più “ampio raggio”), così come fare conoscere l’alternativa veg sulle proprie tavole, anche in occasione dell’aperitivo!

Il 6% della popolazione italiana ha già deciso di adottare un’alimentazione vegetariana o vegana; ogni anno, solo nel nostro Paese, vengono uccisi per il consumo alimentare circa 700 milioni di animali terrestri e miliardi di animali acquatici. Gli animali vedono e sentono… e, moltissime volte, sono consapevoli di ciò che li aspetta: una morte che spesso è indolore solo sulla carta.

L’alimentazione veg, oltre che per motivi etici, è indicata anche per i suoi indubbi vantaggi dal punto di vista della sua sostenibilità. In termini ambientali, basta pensare che gli allevamenti intensivi e il ciclo della produzione della carne sono la causa del 18% delle emissioni di gas serra e dell’utilizzo di risorse in esaurimento, come l’acqua:  per ottenere un chilo di carne ne occorrono in media 15.000
litri di acqua!

Mangiare veg è una scelta benefica anche in termini di salute: i vegetariani presentano una minore incidenza di patologie cardiovascolari, diabete, obesità e di alcuni tumori più diffusi (come quello al colon o al pancreas).

Per avere info sull’evento, patrocinato dal Comune di Alessandria, il contatto telefonico è 338/3739093.

Anche quest’anno sono arrivare…

3216512866_26281cf88dSto parlando delle rondini, che proprio il primo giorno di primavera sono arrivate a casa mia. Hanno trovato i nidi che avevano costruito gli anni precedenti e mi hanno portato tanta allegria. Ma come faranno questi piccoli uccelli a ritrovare la strada ogni anno? Me lo sono chiesta spesso e così mi sono documentata leggendo un bel libro di etologia.
Ebbene, le rondini e anche gli altri uccelli migratori, dopo essere arrivate in zona grazie a complessi meccanismi innati, per l’ultimo tratto fanno come facciamo noi quando ci rechiamo in una città che non conosciamo e, dopo aver parcheggiato l’auto, percorriamo a piedi un tragitto più o meno breve per raggiungere la meta prefissata. Stiamo cioè attenti a memorizzare punti di riferimento che poi saranno utili, quando torneremo , per farci ritrovare la nostra macchina. Facendo degli esempi, possiamo ricordarci che, subito dopo la farmacia, ben visibile per la sua croce verde lampeggiante, dobbiamo voltare a destra. Poi, più in là, quando compare la grande T di un tabaccaio, voltare invece a sinistra.. E così via. Credo che questo sia il modo migliore per spiegare cosa sia quel complesso apprendimento detto “ conditional discrimination learning”, un apprendimento che si basa non solo sul saper discriminare tra i punti di riferimento (la croce, la T),ma anche nell’avere la capacità di attribuire loro un differente significato a seconda del contesto ambientale in cui si trovano. In altre parole, non tutte le croci delle farmacia ci permettono di farci arrivare in un certo posto.

3829545541_0e1c99a22dServono solo quelle che si trovano nel giusto contesto, cioè proprio in quella via che abbiamo appena percorso. E lo stesso vale per le rondini: non tutti i campanili di paese sono informativi, ma solo quello che si trova al centro di quel paesino, in quell’ambiente che le rondini hanno memorizzato, ricordato e riconosciuto.

Aiutiamo quindi le nostre rondini che ogni anno fanno un lungo viaggio per tornare da noi, lasciamo intatti i loro nidi o magari prepariamogliene uno, con un cestino e un po’ di cotone, ci ricompenseranno con il loro canto pieno di vita e perché no, ci libereranno da un bel po’ di zanzare, di cui si nutrono. Infine, sappiate che le rondini, secondo la saggezza popolare sono animali portafortuna.

Carla Balossino

Tu apri l’uovo noi le gabbie

10409262_1394919887486390_8852276344272022256_n

Sai quanti soldi il nostro Stato versa al Circo con animali ogni anno?

Una stima parziale solo per il 2013 indica che circa 3 milioni di euro sono stati finanziati ai circhi con animali tramite il FUS (Fondo Unico dello Spettacolo).
E tu vuoi davvero che lo Stato continui ad utilizzare i soldi delle tue tasse per finanziare questo spettacolo crudele?
Aiutaci a dire basta a queste torture.

Per noi l’unico circo è quello senza animali.

Vieni a firmare! Ci troverai:

ad Alessandria:

  • sabato 14 marzo dalle 10 alle 19 in corso Roma, portici angolo piazza Garibaldi
  • domenica 15 marzo dalle 15 alle 18 presso la sala Affreschi del Chiostro – piazza Santa Maria di Castello 14 (*)
  • sabato 21 marzo  dalle 10 alle 19 in corso Roma, portici angolo piazza Garibaldi

a Castelnuovo Scrivia: domenica 22 marzo dalle 10 alle 19 in piazza Vittorio Emanuele II

ad Acqui Terme: domenica 22 marzo dalle 15 alle 19 in corso Italia

a Casale Monferrato: sabato 21 marzo dalle 14.30 alle 18.30 in piazza Mazzini

Come ogni anno, a fronte di un piccolo contributo, potrai ricevere il nostro fantastico uovo di pasqua, 100% fondente, proveniente dal commercio equo-solidale, con sopresa animalista.

(*) in contemporanea con il Pasta Madre Day 2015

Demenza senile: i cani curano meglio degli umani

golden_petteraphyI cani curano meglio degli umani, almeno per quanto riguarda risvegliare i sentimenti e stimolare l’attività fisica, e questo anche negli anziani con demenza grave. Lo dimostra uno nuovo studio sulla pet therapy realizzato in un Centro Diurno Alzheimer di Firenze da un’equipe universitaria in collaborazione con gli esperti dell’associazione Antropozoa. Condotto dall’Unità di ricerca in medicina dell’invecchiamento dell’Università di Firenze, con Francesca Mugnai, presidente dell’associazione Antropozoa e responsabile all’ospedale pediatrico Meyer del progetto Pet therapy, la ricerca è stata pubblicata dalla rivista `International Psychogeriatrics´ e presentata a Pistoia nella giornata di chiusura del quinto Congresso nazionale sui Centri Diurni Alzheimer.

“Protagonisti due i cuccioli – ha spiegato la dottoressa Mugnai, Muffin – un barboncino di tre anni, e Ginny, una golden di sette. Dieci invece i malati: Rosa, Francesco, Anna, ecc., tutti ultrasessantenni afflitti da demenza grave, ovvero assai difficili da coinvolgere in qualunque tipo di attività. Lo studio è stato condotto in due fasi. Per prima cosa i pazienti sono stati sottoposti per tre settimane ad attività con l’aiuto di peluche, poi i peluche sono stati sostituti con i due cani sempre per un periodo di tre settimane. Ciò che non è accaduto nella prima fase si è invece felicemente verificato nella seconda.

Il contatto con Muffin e Gynni – ha ricordato Mugnai – ha ridotto le manifestazioni di ansia e di tristezza, mentre ha aumentato in modo evidente quelle di piacere e interesse, sentimenti che in questa categoria di pazienti sono decisivi indicatori di qualità della vita. Nel corso della seduta i malati sono usciti anche dall’immobilità con un significativo risveglio delle attività motorie. Ma ciò che ha dato particolare valore al test è che le positive variazioni di umore e di comportamento sono state osservate anche successivamente a distanza di ore”.

Secondo Mossello, questi fenomeni sono da interpretare in un solo modo: la pet therapy è più efficace del semplice contatto umano per migliorare il tono affettivo e aumentare l’attività fisica dei pazienti, peraltro secondo uno schema di benefici sulla demenza già ben individuato. La pet therapy può infatti ravvivare i meccanismi cerebrali dell’attenzione, stimola il coordinamento psicomotorio, riaccende motivazioni, aiuta a relazionarsi. Può ridurre i sintomi psicologico-comportamentali evocando emozioni positive, stimolazioni tattili piacevoli, elementi ludici. Arriva perfino a costruire una relazione non verbale con l’animale e, spingendo a portarlo a spasso, incentiva l’attività fisica.

Carla B

Sulla cattiva strada

Sulla cattiva strada.cdr

Sono gli studi scientifici e i dati statistici a suggerire l’esistenza di un collegamento tra crimini contro gli animali e crimini contro gli esseri umani. Il concetto di escalation criminale è il frutto delle riflessioni degli scienziati che studiano il crimine: a volte il furto, l’incendio, l’uccisione di animali sono antesignani di violenza sugli uomini. È noto come sia le corse clandestine di cavalli sia i combattimenti tra cani diventino un battesimo del crimine per i piccoli che assistono. Allo stesso modo è documentata la frequente associazione tra traffico di animali esotici e traffico d’armi e droga o traffico di cuccioli e affari malavitosi.

Questa la chiave della narrazione del saggio ‘Sulla cattiva strada’ di Annamaria Manzoni (Ed. Sonda), psicologa e psicoterapeuta, che da molti anni dedica agli animali un interesse personale e professionale non inferiore a quello che riserva agli umani nella convinzione profonda che non si tratti di universi paralleli ma di un’unica grande realtà che può essere compresa solo se presa in considerazione nella sua interezza.

Il reato su animali non è un reato minore né un fenomeno isolato. C’è un legame tra torture e abusi su animali e violenza contro le persone e combattere la crudeltà su animali oltre ad essere un atto dovuto di per sé, può essere uno strategico strumento di prevenzione del crimine, in particolare della violenza domestica sugli altri fragili, donne e minori.

Questi i temi affrontati con delicatezza e sensibilità dall’autrice del saggio

“Sulla cattiva strada”

che verrà presentato dalla stessa Annamaria Manzoni

venerdì 30 gennaio 2015 ore 20.30

presso la sala di Palazzo Robellini in Piazza Levi ad Acqui Terme

Tutti coloro che sono interessati sono invitati a questo evento, creato in collaborazione con LAV Alessandria (per informazioni contattare Dr. Rigardo Luciana 340.0736534).

Per prima cosa fu necessario civilizzare l’uomo in rapporto all’uomo. Ora è necessario civilizzare l’uomo in rapporto alla natura e agli animali” (Victor Hugo).

LAV: SCENDI IN PIAZZA CON NOI

Mobilitazione Cover FBNei weekend del 6-7 e 13-14 dicembre ci troverai in piazza per dire, ancora una volta,

SI! ai diritti degli animali

Potrai firmare le nostre petizioni, sia nazionali che locali, ricevere materiale illustrativo e chiarire ogni dubbio in merito alla tutela degli animali, grazie ai nostri preparatissimi volontari.

Come ogni anno potrai ricevere, a fronte di un piccolo contributo, il calendario Lav da tavolo o da muro e come sempre troverai le vegagende, un must-have per animalisti e non.

Ti aspettiamo ad Alessandria, presso il centro commerciale GLI ARCHI:

  • sabato 6 dicembre dalle 10 alle 19
  • domenica 7 dicembre dalle 10 alle 13.30
  • sabato 13 dicembre dalle 10 alle 19
  • domenica 14 dicembre dalle 10 alle 19

e ad Acqui Terme, in corso Italia:

  • domenica 7 dicembre dalle 16 alle 20
  • domenica 14 dicembre dalle 16 alle 20

Per informazioni,non esitare a contattarci scrivendo una mail a lav.alessandria@lav.it